Tagga e converti con un click

Sempre per questioni di sopravvivenza/comodità ho realizzato due script da integrare in nautilus per la manipolazione rapida di tracce audio.

E’ sufficiente copiare i presenti nella cartella ~/.gnome2/nautilus-scripts della propria home, dopodichè sarà possibile con un semplice click destro sul file, esplorare l’elenco degli script e selezionare quello adatto alle proprie esigenze.

128k:  Controlla che il file sia un flusso audio valido, quindi lo converte in mp3 di qualità 128kbps di bitrate (formato convenienza per i vostri lettori :) e ne salva i metadata.
E’ necessario installare zenity e ffmpeg.

Tagger:  Permette di inserire informazioni basilari sulla traccia, quali artista e titolo.
E’ necessario installare zenity e id3v2.

Semplicisemplici ma svariamente utili :)

C,.

Internet key: tracciabilità anche su linux

Ebbene, non scrivo quasi mai, soprattutto in quest’ultimi tempi poveri d’inchiostro..(questi social network ci annichiliscono), ma non potevo esimermi dal presentarvelo..(della serie: ho scritto per molto meno ma meno di molto).
E’ in realtà un semplice script in bash per il calcolo delle ore residue di un internet key.
Il suo funzionamento è adattato alla particolare tariffazione della chiavetta Fastweb (ossia ogni 15 min), ma può essere facilmente modificato per qualsivoglia esigenza.
Unendo come sempre l’utile al dilettevole (scriverlo in c difatti sarebbe stato più comodo..e portabile soprattutto), mi sono prodigato in questo esperimento che non mancherà di errori e di rifiniture.
E quindi fatevi avanti, Ministri della Semplificazione :)

FWkey

PS: Dettagli sul funzionamento e relative problematiche sono commentate nello script stesso.

C,.

XMMS ripacchettizato per Karmic!

Come da titolo. Ho fatto un merge tra il buono della versione hardy di philip e la nuova versione karmic di knuta.

Ovviamente ci ho aggiunto del mio.

-Nuova icona recuperata da qualche anfratto
-Nuovo tema aggiuntivo (void-black) oltre a quello base (l’intero carico lo trovate nel pacchetto xmms-community-skins del repository)
-Aggiunti i plugin più comuni: pulse, flac, wma, mplayer, mp4

Venghino venghino signori! (Repository)

NOTE:
La presente versione è solo ed esclusivamente per i detentori della versione Karmic i386 (32 bit).
E’ consigliata vivamente, ai fini di un corretto funzionamento, la rimozione di versioni precedenti e di eventuali plugin (ad esempio xmms-mp4 o xmms-pulse).

C,.

Il magick bug e il segmentato fausto

Tutti voi certamente(ripongo fiducia)avrete in deposito un qualche “caso dispendioso”.
L’urgenza di convertire immagini in formato piùchetestuale, ad esempio in un pdf.
Saprete d’altronde che esiste un fantastico software(direi più una suite di script)che permette di usufruire del fantastico comando convert, del quale vengono decantate imprese eroiche(pare abbia convertito anche il papa da un primordiale satanismo).

Ecco. Siffatto comando non fa quello che deve su karmic.
Mi spiego meglio(o meglio mi spiego).

Lanciando da terminale un comando del genere:

convert *.jpg output.pdf

Se ne riceve un bel Segmentation Fault (oltre all’utilizzo spaventoso di risorse di memoria(quasi del 90%))
Girovagando un pò in rete ho appurato che la versione rilasciata per karmic è iperbuggata (si parla della 6.5.1 , verificate con convert -version).

Quindi se volete un ImageMagick che funzioni come si deve. la soluzione più ovvia è quella di compilarselo da sorgente.

Bene. Terminale alla mano

wget http://image_magick.veidrodis.com/image_magick/ImageMagick-6.5.9-3.tar.bz2
tar -xf ImageMagick-6.5.9-3.tar.bz2
cd ImageMagick-6.5.9-3
sudo apt-get install build-essential libmagickcore-dev libmagickwand-dev libperl-dev
./configure –prefix=/usr
make
sudo make install

Sciocchezzuola insomma.. Se riscontrate problemi durante la compilazione, segnalatelo, è facile che abbia dimenticato qualche dipendenza..

Per verificare la corretta installazione della nuova versione, proviamo a lanciare di nuovo convert -version. Questa volta l’output dovrebbe essere:

Version: ImageMagick 6.5.9-3 2010-02-10 Q16 http://www.imagemagick.org

Se voleste disinstallare il nuovo magick, basta recarsi tramite terminale nella cartella sorgente e digitare sudo make uninstall. In quel caso consiglio vivamente di reinstallare i pacchetti forniti dal repository.

Perfetto. Ora rilanciando lo stesso comando di conversione (e magari aggiungendoci qualche chicca in più) noteremo che, dopo spaventose operazioni algoritmiche (in effetti sarebbe da analizzare questo spreco di risorse..), avremo finalmente l’output desiderato.

convert -page A4 -quality 99 -compress jpeg *.jpg output.pdf

Una nota a demerito della conversione è la perdita di qualità di immagine visibile a occhio. Il modo più palese per mantenere la qualità sarebbe la stampa su file, se non fosse che all’aumentare dei file aumenta in maniera esponenziale anche la dimensione totale dell’output (di un buon 60%).

Un’altra corrente di pensiero trova più comodo (e forse meno dispendioso) il procedimento in due passaggi (sempre passanti per il convert): *.jpg-to-*.pdf , *.pdf-to-output.pdf. Questo grazie all’utilizzo di un altro potente software: pdftk.

sudo apt-get install pdftk
for i in *.jpg; do cat $i `basename $i .jpg`.pdf; done
pdftk *.pdf cat output merged.pdf

Altra alternativa (poco valida) è la creazione di singoli pdf non assemblabili. Un metodo veloce, efficace, che preserva la qualità (poichè non opera una conversione dati), ma che non consiglio per un input file elevato.

for i in *.jpg; do cat $i > $i.pdf; done

A voi la scelta.

C,.

XMMS un ritorno al futuro

Per chi vuole un player universale e leggero, per chi non lo vuole, ma è costretto da terzi. Per chi non riesce a pronunciare la parola Audacious(o a scriverla) e chiedono una vocale. Per chi odia le vocali. Per chi ama le sigle di 4 lettere che cominciano con X o semplicemente pensano che se devono proprio imparare come si pronuncia Audacious a questo punto preferiscono restare dislessici…allora per voi….csssmmmmsss!
Anche per Karmic!

DOWNLOAD SCRIPT goXMMS

Note principali di versione:
#1.5 Changelog:
- Script tradotto in lingua inglese.
- I plugin disponibili permettono di eseguire diversi formati audio tra i quali: mp3, ogg, wav, wma, mp4, aac, m4a.
- Aggiunto il plugin xmms-mplayer che, grazie a mplayer, permette il supporto di diversi file video.
- Aggiunti nuovi temi raccolti dal sito winamp.com perfettamente compatibili.

Alcuni link diretti:

DOWNLOAD xmms-community-skins_1.0-ompolicy_all.deb

DOWNLOAD xmms-mp4_2.7-1_i386.deb (solo per karmic-i386 con faad2 v2.7 e faac v1.28 )

DOWNLOAD xmms-mplayer_0.5-1_i386.deb (solo per karmic-i386)

DOWNLOAD libxmms-flac.so (solo per i386 da posizionare in /home/utente/.xmms/Plugins)

Resto a disposizione per qualsivoglia problema/consiglio/insulto.

C,.

Foreste di eucalipto per il koala

Dopo una lunga pausa andreottiana riappargo con qualche novità:

1. Aperto il repository locale per Karmic 9.10
Questo conterrà software, librerie e altre cianfrusaglie compilate e pacchettizzate direttamente da me.
Per aggiungere il repository leggere qui.

2. Chiuso il repository locale per Jaunty 9.04
Per esigenze tecniche, poichè limiterebbe lo spazio web per la nuova versione. Tuttavia alcuni pacchetti saranno ancora reperibili sino a quando non mi sarà necessario liberare spazio. I file saranno scaricabili solo via web e senza il supporto apt: ergo, potete cancellare/commentare/modificare(con karmic) il repository nelle liste.

3. Esperimento Launchpad PPA
Ho aperto un nuovo repository su Launchpad e sto facendo qualche esperimento (studiando un pò il meccanismo). I sorgenti inviati vengono direttamente compilati da macchine virtuali per 3 differenti architetture hardware(i386,amd64,lpia), tuttavia mi risulta ancora un pò difficile automatizzare il tutto(le macchine incorrono spesso in qualche errore di compilazione legati alle dipendeze). Man mano che approfondirò un pò il concetto di packaging condividerò qualche nuova scoperta(mini guide o piccole chicche), nel frattempo accolgo volentieri consigli e spiegazioni.
(*Disappeared*)

XZ il successore di LZMA

XZ Utils è un software di compressione dati libero con un alto indice di compressione. XZ Utils è il successore di LZMA Utils.

Il cuore del codice di compressione di XZ Utils è basato su LZMA SDK, ma questo è stato un bel pò modificato per essere adattabile per XZ Utils. L’algoritmo primario di compressione è attualmente LZMA2, che viene usato all’interno del formato contenitore .xz. Con tipici file, XZ Utils è in grado di creare archivi del 30 % più piccolo rispetto a gzip e del 15 % rispetto a bzip2.

- XZ Utils è costituito da vari componenti:
- liblzma è una libreria di compressione con API simile a quella di zlib.
- XZ è uno strumento da riga di comando con una sintassi simile a quella di gzip.
- xzdec è un tool di decompressione xz (solo un piccolo tool nel complesso).
- Un insieme di script di shell (xzgrep, xzdiff, ecc) sono stati adattati da gzip per facilitare la visualizzazione, il grepping, e la comparazione dei file compressi.
- L’emulazione di strumenti a linea di comando di LZMA Utils facilita la transizione da Utils LZMA a XZ Utils.

Mentre liblzma ha una zlib come API, liblzma non include alcun file di funzioni I/O. E’ prevista una libreria I/O, che permetterebbe la manipolazione astratta dei file .gz, .bz2, e .xz con un facile uso di API.

Tradotto un pò alla buona da qui.
Le specifiche del formato xz

Utilizzo

Per poter utilizzare il formato di compressione XZ è necessaria la versione 1.22 di tar (presente nel repository) oltre ai pacchetti xz specifici.

Per archiviare file:

tar -cJvf nome_archivio.xz nome_file_o_cartella

Per estrarre file:

tar -xJvf nome_archivio.xz

Comandi da terminale, in attesa che venga rilasciata una versione di file-roller (o qualsiasi gestore archivi grafico) che supporti il formato.

Problemi con i pacchetti in fase di installazione

Il codice di errore riguarda la sovrascritture del file /usr/share/man/man1/lzmainfo.1.gz già presente nel pacchetto lzma.

Per ovviare a tale problema, scaricate i pacchetti da qui e forzate l’installazione come segue:

sudo dpkg -i –force-all pacchetto.deb

Swiftweasel 3.5.1

Oltre a portare con sè la straordinaria rapidità e la regolare efficienza (provare per credere), con questa nuova release si presenta anche una nuova entry: low-pgo, compilata appositamente per processori un pò datati e con poca potenza di clock (minori di un P4).

Tutto nel repository

Ringraziamenti a SticKK per il suo assiduo lavoro e costante dedizione al progetto.

NB: L’unico repository attualmente attivo è quello per la versione 9.04 Jaunty Jacklope

Faticoso passaggio a Jaunty

L’upgrade aveva portato con sè troppi conflitti tra pacchetti di release e quelli di terze parti; spesso l’xserver crashava; diversi problemi con i driver intel..insomma..una bella lavata al sistema era quello che ci voleva.

La chiara conseguenza del passaggio al lepronte è quella di dover abbandonare il repository intrepid e crearne un nuovo per jaunty (non me ne vogliano i zoofili dello stambecco =).
Pertanto presto verrà aggiornato l’archivio dei pacchetti con nuove compilazioni esclusivamente per jaunty, mentre il repository per intrepid resterà vivo ancora per qualche mese, ma non verrà aggiornato.

GParted 0.4.4 [nel repo]

On air!

L’editor di partizioni più evoluto nell’ambiente del free software, GParted sfila con nuove features degne di nota:

  • Supporto per il dispositivo dmraid, anche conosciuto come ATA-RAID o FAKE RAID in /dev/mapper
  • Aggiunto il riconoscimento di /dev/mmcblk* , dispositivi SD/MMC
  • Migliorato il procedimento di ridimensionare/spostare, spostando solo l’inizio, se lo spazio prima è cambiato (l’operazione risulta più veloce)

Lista completa delle note di rilascio

Pacchetti ubuntizzati

←Older